DDS Ph.D.
Insegna all’Università di Poznan Poland
Lavora presso lo Studio Candeo

L’ortodonzia è un campo dell’odontoiatria fin ad ora poco esplorato da parte dei dentisti generici, il motivo è che praticata principalmente dagli specialisti.
È però inevitabile che ogni dentista primo o dopo dovrà interfacciarsi con l’ortodonzia specialmente se dovrà eseguire delle riabilitazione estetiche.
Il mio approccio clinico all’odontoiatria segue il principio della mini invasività e conservazione dei tessuti biologici, dunque molte volte sono stato messo alla prova da casi che richiedevano l’allineamento dei denti per raggiungere un risultato estetico, ma con una terapia veloce, predicibile ed efficiente prima di passare ai restauri protesici.
Quando proponevo ai pazienti un’ortodonzia di tipo tradizionale con i brackets, la maggior parte dei pazienti rinunciava alla terapia, per questo sono arrivato al punto che ho dovuto cambiare qualcosa nel mio workflow per raggiungere i risultati estetici che i pazienti richiedevano, senza tuttavia essere aggressivo verso i tessuti biologici.
L’unico modo per far accettare ai miei pazienti una terapia ortodontica era di usare un metodo comodo, facile da utilizzare, invisibile ed efficiente.

Nuvola è stata la risposta a tutti questi problemi.

È estremamente ben accettato dai pazienti dando al clinico la possibilità di controllare con chiarezza il movimento dei denti durante il corso della terapia. Inoltre, caratteristica unica del sistema è che sin dal primo momento il clinico ha il supporto e piena comunicazione con il laboratorio per tutta la durata della terapia.

Non ho alcun dubbio che Nuvola abbia cambiato il mio approccio all’odontoiatria migliorando la qualità delle terapie.